La rivincita dei vegani sulla vitamina più discussa con il mondo onnivoro.

Vegani di tutto il mondo udite udite: la carenza di B12 non è legata all’assenza di prodotti animali nella propria dieta, ma allo stile di vita moderno. E’ quanto emerge dagli ultimi studi che prendono in esame la popolazione dei cosiddetti paesi ricchi.

Qual è il nesso?
Semplice: la deduzione deriva dalla corrispondenza tra paesi industrializzati e  un regime alimentare scorretto. Dove sono diffusi stili di vita non salutari (fumo, poco esercizio fisico, dormire nelle ore sbagliate, assunzione elevata di medicine e antibiotici, diete ricche di alimenti trasformati, fast food e cibi spazzatura), ecco che la presenza della vitamina B12 diminuisce drasticamente a prescindere dal fatto che si mangi cibo animale o esclusivamente vegetale.

Negli Stati Uniti e in Europa, dove la maggior parte di persone ha un’alimentazione onnivora  gli studi dimostrano che oltre il 40% sono carenti di B12 . Secondo l’Associazione Medica Tedesca, da cinque a 11 milioni di tedeschi soffrono di una carenza di vitamina B12. Questo in controtendenza con i  paesi poveri: dove la maggior parte delle persone sono vegetariane, le carenze di questa vitamina sono minori.

leggi tutta l’inchiesta sulle fonti naturale  di B12, il parere di esperti  e tutto quello che gira intorno a questa vitamina tanto discussa, su FunnyVegan N8