Mondo della musica e vegetarianesimo/veganesimo sono più vicini di quanto siamo soliti pensare. E lo sono da millenni! Sfogliando le pagine della Storia, le prime notizie del felice connubio risalgono al VI secolo a.C. e riguardano Pitagora: sui banchi delle medie tutti ci siamo disperati imparando a memoria il suo Teorema, ma difficilmente i professori ci hanno spiegato che la matematica, materia base della Scuola fondata dal filosofo a Crotone, aveva come interessante risvolto pratico lo studio della musica (le corde degli strumenti producono suoni in base alle lunghezze) e, guarda caso!, lui era vegetariano. Ma facciamo un balzo temporale in avanti e vediamo quanto accade sulla scena mainstream negli ultimi decenni, tralasciando, purtroppo, gli esponenti dell’interessantissimo e eccessivamente underground anarco-punk, diffusosi grazie al modello proposto da band inglesi come i Crass a partire dalla fine degli anni 70.

di Elisa Orlandotti

Continua a leggere l’articolo compelto su FunnyVegan n9