La durata attuale di uno smartphone è di solo 12-18 mesi, con gli annessi problemi ambientali di produzione e smaltimento. Fairphone invece è una giovane realtà olandese che produce l’omonimo cellulare etico e sostenibile, in vendita anche in Italia. La differenza rispetto a qualsiasi altro prodotto sul mercato riguarda alcuni aspetti che in genere fanno lievitare i costi rendendo i nostri smartphone vittime di mode, funzionalità presto vecchie e obsolescenza programmata. Con il Fairphone, invece, i pezzi che si rompono sono acquistabili e sostituibili dal proprietario, ma non solo: anche gli upgrade. Per esempio, se le fotocamere nuove sono più potenti, non serve passare a un altro modello di telefono ma si sostituisce solo quella parte.

Il tutto poi si muove in un contesto in cui i pezzi sono prodotti e assemblati rispettando un mercato e un’economia etica, dove i lavoratori ricevono giuste paghe e la produzione non è all’origine di pesanti inquinamenti di intere aree del mondo. La società infatti fornisce tutti i dettagli sulle componenti che utilizza, che sono per la maggior parte ecocompatibili e riciclate. Anche le materie prime vengono estratte utilizzando società locali che rispettano le condizioni di sicurezza per i lavoratori e reimpiegano i guadagni sul territorio.

 

di Grazia Cacciola

…continua a leggere l’articolo su FV N34>>