“Yoga è la sospensione delle attività della mente”  Patanjali, “Yoga Sutra”

Sembra passata un’eternità da quando lo yoga era una disciplina praticata da un manipolo di cosiddetti alternativi con i capelli lunghi che profumavano di patchouli. Si era a cavallo tra i ’60 e i ’70 del secolo scorso, i Beatles avevano già da un pezzo sdoganato l’idea dell’India come Grande Madre della cultura spirituale, ma qui in Italia la tradizione politica e ideologica avevano reso un po’ più lento – rispetto ad altri paesi europei – il radicarsi di visioni e stili di vita a quel tempo giudicati troppo alternativi e decisamente eccentrici. Poi, ancora una volta, l’onda lunga partita dalla west coast all’inizio degli anni ’80, è arrivata in Europa e poi in Italia con l’inizio di questo secolo: ed eccoci qui. A milioni, tutti a praticare…

Su FunnyVegan n.5 trovi articolo completo  e l’approfondimento su YOGA & FOOD scritto da Lorenzo Fantini