E se bastasse scegliere il colore giusto per stare bene? È la teoria della cromoterapia, pratica che utilizza il colore per aiutare a equilibrare mente e corpo. Quante volte ci è capitato di entrare in una stanza cupa e di provare una sensazione di oppressione? Oppure di scegliere un vestito di un certo colore in base all’umore? Sono alcune delle azioni istintive che fanno capo alla cromoterapia, tecnica che utilizza il colore per stimolare l’equilibrio psicofisico. Se per un trattamento terapeutico è bene rivolgersi ai professionisti del settore, nulla ci vieta di sperimentare in autonomia l’uso dei colori nella quotidianità, come ci insegna la dottoressa Catia Trevisani, medico naturopata esperta in cromopuntura.

Che cos’è la cromoterapia?

Consiste nell’utilizzo del colore per il riequilibrio emozionale, mentale ed energetico della persona. Questo è possibile perché, come spiega la fisica quantistica, il nostro corpo è fatto anche di elettroni che hanno una loro frequenza, per cui tutto ciò che è onda e vibrazione influisce sui nostri sistemi.

Come possiamo sperimentare l’uso dei colori nella vita quotidiana?

Le visualizzazioni sono certamente il metodo più istintivo e utile per ricaricarsi, tranquillizzarsi o trovare equilibrio.

 

di Sandra Colbacchin

Foto: Fotolia

…continua a leggere l’articolo su FV N33>>