Le ultime tendenze in fatto di make up sembrano volgere lo sguardo finalmente al natural, ma per parlarne con cognizione di causa è meglio osservare le passerelle di Milano, Londra, Parigi e New York o quel che i film, ad esempio con il pluriosannato La La Land, ci suggeriscono. Noi come sempre, però, elaboriamo a modo nostro, perché per essere belle bisogna ascoltare sempre il proprio cuore.

Di fronte a un’amica, un tiepido pomeriggio di fine febbraio, mi trovo a chiacchierare di moda, libertà e make up. La cornice è una Milano frenetica e una tazza di karkadè fumante. L’amica è Maria Elena Ercoli, make up artist, che della sua passione ha fatto un mestiere. Per lei la parola d’ordine è osare, nel lavoro e nella vita. Da molti anni lavora per cinema e moda e ciò che la colpisce è la donna che vuole essere sempre più sicura di sé e consapevole. Dalla preparazione del make up sino alla lettura degli INCI e al DIY la tendenza pare essere proprio questa. 

La bellezza è qualcosa che può essere esaltata, non creata: ognuna di noi la possiede; il compito del make up è quello di renderla più visibile. 

Ma cosa dovremo aspettarci nel futuro? “Innanzitutto – spiega Maria Elena – sparisce, o quasi, il fondotinta. Basi leggere fatte di mix di prodotti che idratino, uniformino l’incarnato e lo scaldino leggermente. Evidenziare i punti luce con del balsamo labbra o oli miscelati a una goccia di crema viso è la scelta smart. In linea i pigmenti iridescenti miscelabili sempre a creme o burri come karité o cocco per dare luminosità a tutto il corpo”.

di Carmela Kia Giambrone

…continua a leggere l’articolo su FV N26>>