Da oggetto strettamente funzionale per lavarsi, la vasca è passata oggi a rappresentare anche un simbolo di benessere e relax tra le mura domestiche. Inoltre, l’innovazione nei materiali e nel design l’ha portata a evolversi e a divenire un elemento dalla forte connotazione estetica e con un alto livello tecnologico per l’ambiente bagno e non solo.

Ma come scegliere, tra i tanti modelli disponibili, quello più adatto noi?

Oltre al personale gusto estetico è importante identificare bene lo spazio che abbiamo a disposizione. Se il bagno è piccolo, meglio optare per un modello con ingombro ridotto e dalla forma lineare e compatta, in modo da poterla accostare alle pareti e permettere la corretta fruizione del resto dell’ambiente. In caso di unico bagno all’interno dell’abitazione possiamo installarla con doccia incorporata.

Se invece abbiamo a disposizione un’area più ampia, la scelta si estende a vari disegni dalle dimensioni più importanti, freestanding, da incasso a centro stanza, ovali, rotonde o dalle forme insolite.

Sia per i modelli ridotti che per quelli formato famiglia è molto spesso disponibile la funzione idromassaggio.

 

di Rita Campana

…continua a leggere l’articolo su FV N32>>