In base ai dati usciti nel primo semestre di quest’anno, estrapolati dai report indipendenti redatti dagli istituti di ricerca Variant Market Research e Future Market Insights, si poteva facilmente intuire quali sarebbero stati i nuovi arrivi in ambito food al Sana 2019

Secondo quanto pubblicato si stima che il mercato delle alternative vegetali al formaggio dovrebbe raggiungere, entro il 2024, i 3,9 miliardi di dollari. L’Europa sarebbe la prima a spiccare tra i consumi su scala mondiale, con una quota del 43%, seguita da Nord America, APAC (Asia Pacific) e Sud America. Complice di questo trend sicuramente la crescente intolleranza al lattosio, la ricerca di prodotti a basso contenuto di colesterolo e, forse, la voglia di adottare scelte più sostenibili per il nostro pianeta. Tra i consumatori target spiccano i millennials: complessivamente sei su dieci nell’ultimo anno hanno provato almeno una volta un’alternativa vegetale al formaggio.

Il salone internazionale del biologico e del naturale ha confermato questi trend, offrendo una vasta gamma di novità proprio su questo fronte. Molte le varianti, che ricreano le texture dei formaggi e cercano di avvicinarsi per sapori o consistenze ai prodotti caseari. Gli ingredienti con cui vengono realizzati sono molto variabili, da quelli più sani e con una lista molto breve, principalmente a base di frutta secca fermentata, a lavorazioni più complesse, che partono dai legumi (come soia o ceci per lo più) e aggiungono amidi, olio di cocco oppure ancora soluzioni a base di riso.

Ecco una fotografia delle principali novità che abbiamo assaggiato…

di Sonia Giuliodori

…continua a leggere l’articolo su FV N41>>