Ogni volta che lo incontriamo nelle fiere è un piacere: garbato, sempre sul pezzo e con tante golosità da fare assaggiare. Ce lo siamo promesso più volte un incontro tranquillo per parlare di dolcevolezze vegetali e finalmente siamo riusciti a ritagliarci una chiacchierata in redazione proprio in occasione della pubblicazione di questo numero, visto che è un esperto in gelato!

Dario Beluffi è autodidatta ed è stato chef di una gelateria che col tempo s’è evoluta anche in pasticceria e caffetteria; lavorava – allora come ora – col fratello Matteo, campione italiano di Latte Art. Da quando però il loro locale ha chiuso, nel 2011, molto è successo: Dario ha studiato gli ambienti nei quali si può approcciare un pasticciere (dagli hotel di lusso ai ristoranti, passando per supermercati e molto altro ancora), è diventato vegano e ha fondato un’azienda per commercializzare i prodotti da lui creati. Ha un forte spirito imprenditoriale e un carattere molto pratico, ma soprattutto se deve lavorare non si risparmia.“In gran parte del mio percorso – racconta a FunnyVegan – non sono stato vegano: nel 2015 ho fatto una dieta perché pesavo 105 chili, perdendone 25. Da lì in poi è cambiato tutto perché ho iniziato a studiare l’alimentazione, a capire cosa significasse realmente nutrirsi. Ho cominciato a eliminare le carni rendendomi conto di non averne bisogno e poi ho fatto la scelta di abbandonare tutto il cibo animale; da lì lo scontro con l’essere pasticciere tradizionalmente inteso s’è fatto sentire, visto che in quest’ambito la fanno da padroni latte, uova, panna e burro. Ho deciso di rimettermi a studiare ancor più approfonditamente la chimica degli alimenti…”

di Elisa Orlandotti

Foto di Andrea Tiziano Farinati

…continua a leggere l’articolo su FV N40>>