Per 10 quadrotti circa:

90 g di anacardi, 80 g di mandorle, 20 g di semi di zucca, 150 g di datteri Medjoul, 50 g di uva sultanina, 2 cucchiai di polpa di baobab in polvere, 4 cucchiai di cacao crudo, 3 cucchiai di olio di cocco sciolto sotto 42°C, la scorza di ½ arancia biologica, ½ cucchiaino di vaniglia, 1 pizzico di sale rosa dell’Himalaya, 1-2 cucchiai di acqua

Per la copertura al cioccolato:

4 cucchiai di olio di cocco, 4 cucchiai di cacao crudo, 2 cucchiai di sciroppo d’agave, ½ cucchiaino di vaniglia

Per la decorazione:

polvere di baobab qb, semi di zucca qb, fave di cacao qb, scorza di arancia grattugiata qb

Procedimento:

In un robot da cucina frullare anacardi, mandorle e semi di zucca, senza sminuzzare troppo per avere l’effetto “crunchy. Mettere da parte.

Sempre in un robot da cucina frullare tutti gli altri ingredienti previsti per i quadrotti fino a che il composto non si stacca dalla parete del frullatore creando una palla. Aggiungere qualche cucchiaio di acqua se necessario. Impastare con le mani insieme alla frutta secca sminuzzata prima.

Foderare una teglia quadrata con un pezzo di carta da forno. Premere l’impasto in modo uniforme con l’aiuto di un cucchiaio o con le mani, mettere un pezzo di carta da forno sopra e livellare usando un mattarello. Mettere in frigo per un’ora.

Preparare la copertura al cioccolato: far sciogliere l’olio di cocco a temperatura non superiore a 42°C, aggiungere lo sciroppo d’agave, il cacao crudo, la vaniglia e mescolare bene per amalgamare tutto.

Rimuovere dal frigo il composto e versare sopra il cioccolato. Livellare con una spatola. Decorare con le fave di cacao crudo e dei semi di zucca e riporre in frigo per un’altra mezz’ora. Togliere dal frigo, spolverare con un po’ di polvere di baobab e con della scorza di arancia e tagliare a quadrotti. Conservare in frigo in un contenitore chiuso.

I quadrotti sono serviti con le linea Oceania – Fiordland di Eleonora Ghilardi

Licheni e porcellana, già protagonisti nelle collezioni di Eleonora Ghilardi sin dal 2012, all’insegna dell’understatement, ma con l’esuberanza della natura, vengono riproposti con un connubio particolare nell’ultima collezione Oceania – Fiordland: ramificazioni di bronzo rosso o dorato incorniciano questi piccoli mondi, richiamando le forme dei fiordi di una bellissima zona della Nuova Zelanda, ove peraltro i licheni sono onnipresenti.

Gioielli che preferiscono mostrare con parsimonia, sicuramente non ostentare, ma lasciar intravedere quel tanto che basta per innamorarsene subito. Ciondoli, orecchini e anelli che rubano la scena come vere e proprie opere d’arte, ognuna con le proprie forme, colori, sfumature e sinuosità. Una collezione pensata per una donna decisa, volitiva, ma capace di lasciarsi tentare dalla bellezza. Attenzione: i licheni sono stabilizzati, ma richiedono una nebulizzazione periodica.

Questi gioielli sono un inno alla natura. Un ulteriore messaggio di speranza per il futuro: ciò che è creato dall’essere umano può convivere armonicamente con la natura.

Ricetta e scouting di VeggieSituation

…continua a leggere l’articolo su FV N26>>