Decidere quale impianto di riscaldamento inserire nella casa nuova o con quale sostituire quello vecchio non è semplice. Districarsi tra le tante opzioni che propone il mercato infatti richiede una certa conoscenza dei vari sistemi, con vantaggi, svantaggi e caratteristiche di ogni tecnologia. Riscaldarsi in modo efficiente andrà a beneficio della nostra salute, dell’ambiente e del portafoglio.

Non esiste una soluzione in assoluto migliore di altre, ma è necessario valutare attentamente il contesto abitativo prima di fare una scelta. Casa singola o appartamento, molto o poco spazio, possibilità di un certo investimento iniziale o budget ridotto, area geografica e potenza energetica necessaria al nostro immobile. Sono tutti elementi da considerare al pari delle caratteristiche tecniche di ogni impianto.

I sistemi per la produzione del calore con alte performance e un occhio alla sostenibilità ambientale possono essere diversi. Ecco i principali.

LE CALDAIE A CONDENSAZIONE

Alimentate a gas, gasolio o collegate a un sistema solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria, sono più efficienti di quelle classiche, maggiormente affidabili, le emissioni vengono ridotte in modo significativo e i costi di gestione diminuiscono, purché sia fatta una regolare manutenzione. In questo modo il risparmio energetico rispetto ai bruciatori di tipo tradizionale è assicurato. Inoltre hanno un alto rendimento a temperature relativamente basse.

 

 

di Rita Campana

…continua a leggere l’articolo su FV N30>>