C’è chi sostiene che nei prossimi decenni gli acquisti verranno fatti sempre più attraverso la Rete, abbandonando la grande distribuzione organizzata, e chi, invece, prova a dare al supermercato

tradizionale una chance, sfruttando un design moderno, introducendo innovazioni tecnologiche e ampliando i servizi. È il caso di Coop che già in Expo 2015 aveva presentato Il Supermercato del Futuro e in questi mesi lo ha migliorato, creando lo scorso dicembre un punto vendita unico nella realtà italiana a Milano, presso il Bicocca Village.

All’interno del centro commerciale, accanto alla palestra e al multisala, Il Supermercato del Futuro, oltre a essere punto di riferimento per la spesa smart, offre lo spazio ristorazione Fiorfood Cibo & Incontri, presso il quale è possibile mangiare e partecipare a eventi.

Trasparenza e informazione sono i valori che dettano ogni scelta: “Le vele con le etichette aumentate, che funzionano grazie alla tecnologia Kinect, e i totem-touch – spiega Andrea Pertegato, responsabile rapporti media di Coop Lombardia – ci raccontano quanto le confezioni spesso non ci dicono, dati come le caratteristiche nutrizionali, la provenienza, le certificazioni, il corretto smaltimento dell’imballaggio in base al Comune, agevolando anche la facilità di lettura dei dettagli che a volte sono troppo piccoli per il nostro occhio. Sono inoltre facilmente aggiornabili, come lo sono anche, di notte e in radiofrequenza, le etichette elettroniche con i prezzi posizionate sugli scaffali ben illuminati dai LED”.

di Elisa Orlandotti

…continua a leggere l’articolo su FV N26>>