In fondo diciamocelo, noi lettori siamo tutti un po’ “lohas” (acronimo che sta per “lifestyle of health and sustainability”), cioè quelle persone che desiderano godersi la vita ma senza trascurare valori come la salute, la sostenibilità, l’etica, e che, in altre parole, vogliono avere la coscienza a posto.

Questo stile di vita si sta sempre più espandendo e caratterizza ormai anche lo Zeitgeist europeo, e in particolare anche a Vienna. Qui, sebbene le tradizioni sono molto sentite, si è anche molto aperti verso le novità e la qualità di vita ha un ruolo fondamentale che crea terreno fertile per questo nuovo consumo consapevole.

E lo si vede a molti livelli: dalla gastronomia urbana, in cui i piaceri del palato sono stati combinati in modo creativo e disinvolto, a vantaggio non solo del gusto ma anche della coscienza, al boom dei ristoranti che preparano i loro piatti con ingredienti biologici, vegetariani o vegani, nella rinascita dei mercati ortofrutticoli, nella maggiore attenzione per l’orticoltura, che si pratica sia negli immediati dintorni di Vienna o persino nella città stessa.

Continua a leggere l’articolo su FunnyVegan N12 – mete, consigli su dove mangiare e cosa visitare.