Si tratta di una sfida semplice: provare un’alimentazione vegetale per tutto il primo mese dell’anno. Nel 2019 in tutto il mondo hanno partecipato più di 250.000 persone, rendendo Veganuary il progetto vegan più seguito (e forse più efficace) di sempre.

E quest’anno la sfida arriva anche nel nostro paese. Noi di Essere Animali abbiamo ritenuto importante rendere disponibile questo progetto nato in Inghilterra – ma ormai conosciuto a livello internazionale– anche al pubblico italiano, traducendo e adattando tutti i contenuti. Questo perché è provato che simili challenge sono uno strumento che funziona, sia dal punto di vista pratico che motivazionale, aiutando tantissimi a fare il passaggio verso una diversa alimentazione. 

Dopotutto ormai è un classico la nostra Settimana Veg, sfida simile ma della durata di una settimana, a maggio, della quale abbiamo parlato anche su queste pagine. Così oggi con l’arrivo di Veganuary inviteremo a provare la scelta vegan in due diversi momenti dell’anno.

Da parte nostra quello che riceverete sono 31 e-mail, una al giorno per tutto il mese di gennaio, con informazioni utili per intraprendere con consapevolezza e con gli strumenti giusti il viaggio verso l’alimentazione vegetale. Ce la metteremo tutta nel motivare e informare, il resto poi sta in chi decide di partecipare, accettare questa sfida e scegliere di seguirla. 

Perché gennaio? Perché a fine anno più o meno tutti facciamo buoni propositi per il post capodanno. È un periodo che per tutti sembra un nuovo inizio, quindi adatto per invitare a impegnarsi in qualcosa che va sostanzialmente a modificare le nostre abitudini, oltre che il contenuto del nostro frigorifero. L’idea è di sfruttare questa voglia di cambiamento e di impegno per l’anno nuovo e aiutare a concretizzarla, a far arrivare in fondo senza mollare.

di Essere Animali

Foto di AdobeStock

…continua a leggere l’articolo su FV N42>>