Tes è una musicista olandese di Haarlem, appartenente al filone folk-punk. Ha iniziato a fare musica per parlare di diritti animali e politica, anche se il suo ultimo album Songs from the Treeless Forest (Autoproduzione, 2014), più introspettivo e meno arrabbiato, rappresenta una nuova fase nel suo percorso artistico. Insieme abbiamo parlato della sua musica e di come vive la sua evoluzione creativa.

Suonare con un progetto solista è stata una scelta?

No, quando ho iniziato a interessarmi di diritti animali ho avuto difficoltà a trovare musicisti che condividessero i miei stessi valori. Non so, forse non ci sono o forse non sono stata brava a cercarli. Quando sono andata in tour con la band XTrue NatureX erano ovunque!

Ti capita mai di suonare fuori dal circuito vegan e attivista?

In tour mi sono sempre trovata davanti un pubblico vicino alle mie idee. Ma anche altrove i miei testi vengono accolti in modo positivo. Le mie canzoni più vecchie puntano un po’ il dito e a dire la verità non mi piace più cantarle. Una volta una ragazza in Germania rimase offesa da liriche nelle quali associo la carne nei supermercati allo stupro. Ho cercato di spiegarle il mio punto di vista, facendole capire che due opinioni diverse possono benissimo coesistere.

di Ale Pilo

…continua a leggere l’articolo su FV N23>>